fbpx

L'essenza di Tenuta Terresacre

L’UNICA DOC VERAMENTE AUTOCTONA DEL MOLISE CHE DÀ ORIGINE A UN VINO DAL COLORE INTENSO E DI GRANDE ELEGANZA.

La Tintilia rappresenta l’unico vitigno a bacca rossa veramente autoctono del Molise, un Doc che stava per sparire ma che è stato recentemente salvato e riportato in auge.
Furono i Borbone, dinastia spagnola, a introdurla nella seconda metà del Settecento, anche se la storia della viticoltura in Molise ha radici ben più antiche e risale ai Sanniti prima ancora che ai Romani.

Il suo nome deriva, con tutta probabilità, dalla parola spagnola “tinto”, che significa “vino rosso”.

Nel molisano il vitigno ha trovato le condizioni climatiche ideali, ma ha rischiato progressivamente di sparire. Attorno agli anni Sessanta, la sua bassa resa spinse la popolazione a lasciarne la coltivazione, spostandosi in aree pianeggianti alla ricerca di territori e uve più produttive.

Agli inizi dei primi anni 2000, spinti dalla tenacia e dalla forte volontà di rivalorizzare il patrimonio vitivinicolo Molisano, abbiamo rimpiantato il vitigno Tintilia  trasformandolo nel fiore all’occhiello della nostra produzione.

Basta un bicchiere per innamorarsi del suo colore intenso ma soprattutto dei suoi particolari profumi Tintilia Terresacre